Una Repubblica democratica fondata… sul nulla!

Una Repubblica fondata sul... lavoro?Eccolo qua, prima di tutti, prima di tutto: "L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro". Da 65 anni lo ripetiamo con estrema fierezza, quasi tronfi di gioia e grandeur italica! Ma come? Qualcuno mi spiega di cosa si può andar fieri per un primo articolo della Costituzione di un Paese ‘democratico’ che dice: siam fondati sul lavoro! Fondati sul LAVORO? 

PETIZIONE per eliminazione soldi ai partiti

Petizione contro finanziamento pubblico partiti - changeItalyCol Referendum del 1993 oltre il 90% degli italiani si dichiarò favorevole all’abrogazione del finanziamento pubblico ai partiti. Qualche mese dopo, i partiti, riuscirono a scavalcare la richiesta modificando furbescamente il nome della legge: da finanziamento a “rimborso elettorale”.

I 3 principi d’azione: cultura

I 3 principi ChangeItaly: culturaEcco un primo spunto di riflessione per tentare di rimodellare, con una nuova visione, l’organizzazione di questo paese. Tre principi, tre punti cardini, che stabiliscono i “valori” e la “sostanza” su cui far crescere le nuove generazioni.

I cittadini creano la nuova Italia

changeItaly, per unire tutti gli italianiL’intento da cui è nato questo gruppo non è certo quello della solita “propaganda antipolitica” o, peggio ancora, di lanciare proposte”populistiche”. 

L’impegno, come ribadito più volte, è di dar vita, grazie al contributo di tanti “semplici” cittadini, ad un progetto politico-sociale-culturale in grado di rimodellare questo Paese dal “basso”. Dimostrando che non servono politici di esperienza, professori bocconiani, economisti illuminati o altri figuri facilmente spendibili mediaticamente da dare in pasto alla gente. Serve semplicemente recuperare quel concetto, di ormai antica memoria, del"buon padre di famiglia"

Auguri a tutti i reali “changers”

Auguri a tutti i reali “changers”

I 3 principi d’azione: impresa

I 3 principi changeItaly: IMPRESAL’altro punto cardine per changeItaly è rappresentato dalla parola IMPRESA. Cioè dal quel termine che dovrebbe indicare la reale valorizzazione e il vero sostegno alla libera iniziativa individuale che oggi, invece, viene massacrata e praticamente messa all’indice!

Governare con gli slogan

Sei solo chiacchiere e distintivoHanno sempre definito Berlusconi l’uomo “mediatico”, quello che sapeva e poteva “governare” la comunicazione e l’intero sistema d’informazione di questo paese, quello che “bucava” lo schermo, quello che controllava tutti i principali media d’Italia. Insomma, l’unico che sapesse sfruttare e gestire perfettamente la scienza della comunicazione per “intortare” i cittadini.

Riforma lavoro. L’alternativa

riforma del lavoroGiorni, settimane, mesi in cui si parla della necessità di rivedere l’articolo 18 e, più in generale, l’intera organizzazione del lavoro. Finalmente il “competente” governo dei tecnici ha trovato il bandolo della matassa. Potrà sembrare la solita facile banalizzazione populistica ma, a parer nostro, anzi convinzione, si tratta semplicemente di… licenziamenti liberi per tutti!!! Ma non di questo vogliamo parlare ora. Ci interessa affrontare, in questo post, un punto ben preciso della riforma: il sistema di ammortizzatori sociali.

LE INIZIATIVE > Soldi ai partiti

Abolizione finanziamento ai partiti

Gli italiani l’hanno eliminato col referendum del ‘93. I partiti hanno screditato la Costituzione reintroducendolo con un nome diverso. All’intera comunità è costato quasi 2,5 miliardi di euro. E’ ora di far rispettare la Costituzione. IL FINANZIAMENTO PUBBLICO VA ELIMINATO!!! I partiti devono far la questua per recuperare i soldi necessari!
Presto le indicazioni per partecipare all’iniziativa. Per il momento CONDIVIDETELO nelle vostre timeline!!!!

Ridiamo a questo Paese nuovi ideali: forti, sinceri, puliti! Ridiamo fiducia a tutti gli italiani! Condividi e fai girare!!!

Ridiamo a questo Paese nuovi ideali: forti, sinceri, puliti! Ridiamo fiducia a tutti gli italiani! Condividi e fai girare!!!

Gli italiani l’hanno chiesto nel referendum del ‘95. La vendita porterebbe nelle casse dello stato dai 2 ai 5 miliardi di euro. Il canone Rai sarebbe abolito facendo risparmiare agli italiani altri 1,7 miliardi. CONDIVIDI QUESTO LINK - CAMPAGNA PER LA PRIVATIZZAZIONE DELLA RAI [Un’iniziativa: changeItaly.it].

Gli italiani l’hanno chiesto nel referendum del ‘95. La vendita porterebbe nelle casse dello stato dai 2 ai 5 miliardi di euro. Il canone Rai sarebbe abolito facendo risparmiare agli italiani altri 1,7 miliardi. CONDIVIDI QUESTO LINK - CAMPAGNA PER LA PRIVATIZZAZIONE DELLA RAI [Un’iniziativa: changeItaly.it].

L’ESEMPIO DELL’ISLANDA. 
Ecco un popolo che è riuscito a fare una vera e democratica rivoluzione dal “basso”.

L’ESEMPIO DELL’ISLANDA.

Ecco un popolo che è riuscito a fare una vera e democratica rivoluzione dal “basso”.

Un augurio… a tutti noi, folli sognatori di un’Italia migliore!

Da “Matrix” a “V per vendetta”: il popolo si sveglia e si riprende il ruolo che gli spetta di diritto!